Carta dei Valori

La Carta dei  Valori raccoglie i riferimenti ideali che ci guidano ogni giorno per una buona politica e su cui basiamo le proposte del nostro programma elettorale

Le persone al centro

Vogliamo promuovere una società solidale. La “cultura dello scarto”, come ricordato da Papa Francesco, colpisce le persone ai margini, gli invisibili: disagio sociale, malattia, povertà, anzianità, disoccupazione.

Contrastiamo tutto questo e la società dei consumi, rifiutando di considerare l’essere umano come una merce.

Siamo per promuovere politiche di dignità, solidarietà e rispetto per chi si trova in condizioni di sofferenza. Noi vogliamo una società giusta, basata su diritti che garantiscano sostegno a cominciare dai più fragili.

Legalità e sicurezza

La legalità è rispetto per gli altri e per le regole. La sicurezza contribuisce all’integrazione e alla convivenza civile.

Lavorare per una società migliore non può prescindere dall’affermazione della cultura della legalità.

Un’affermazione di giustizia sociale che, partendo dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e dell’Infanzia, vogliamo consolidare a Rocca di Papa.

Occorre mantenere distinti interessi economici e politica, eliminando alla radice ogni possibile ipotesi di vicinanza, legami o collusioni tra questi due ambiti. Il miglior controllo è quello esercitato in forma democratica dai cittadini, per questo vogliamo stimolare una vigilanza attiva e allargata, facilitata dalla trasparenza delle scelte e degli atti formali che le attuano.

Crediamo che coraggio, passione e tensione etica siano indispensabili per portare esempi positivi e avviare processi di partecipazione, basati sull’inclusione e l’eguaglianza.

prospettiva di genere

La nostra società è organizzata tutta al maschile. Dobbiamo cambiare e accogliere punti di vista diversi, a cominciare da quelli delle donne. Nella gestione dei tempi della città, degli spazi condivisi, dove muoversi, vivere e lavorare. Un’azione pervasiva che deve far breccia soprattutto nelle menti, nelle considerazioni individuali che dettano poi le azioni delle persone.

Vogliamo una città disegnata per tutti, in cui presunti primati di fatto siano cancellati, non dai divieti, ma dal sentire comune. Per questo c’è molto da lavorare, in termini culturali e con la forza degli esempi che potremo fornire.

Una città così organizzata offre un’impensabile gamma di opportunità, che possono mettere a frutto saperi, conoscenze, intelligenze, esperienze, ora sopite, sconosciute o inutilizzate.

Una ricchezza per tutti!

La natura di cui facciamo parte

Vogliamo avere un diverso rapporto con la natura di cui siamo espressione. Non abbiamo un pianeta di riserva. Anche noi dobbiamo contrastare la crisi ambientale e i mutamenti climatici.

A Rocca di Papa possiamo contribuire con azioni che sono importantissime, soprattutto in termini di sensibilizzazione culturale.

La transizione ecologica della nostra organizzazione sociale, in Italia, dovrà pur cominciare da qualche parte, e noi vogliamo essere in prima fila. Intendiamo attuare buone pratiche, in cui siano i cittadini a fare la differenza con le loro scelte individuali.

Innovazione, tecnologie e lavoro

Il lavoro è un diritto, un riconoscimento sociale, un valore per ogni singola persona. Intendiamo adottare le forme più avanzate di lavoro che includano digitalizzazione e riqualificazione occupazionale.

Particolare attenzione va prestata alle capacità femminili, ai giovani imprenditori e all’artigianato tradizionale, che sappia anche rinnovarsi, utilizzando l’informatizzazione in una prospettiva di rete territoriale.

L’obiettivo è creare opportunità occupazionali che sappiano valorizzare le nostre ricchezze territoriali, generando occasioni per chi vive e potrà lavorare a Rocca di Papa.

La salute prima di tutto

La nostra salute è in forte relazione con quella del territorio in cui viviamo. Per questo prestiamo particolare attenzione alla sua salvaguardia.

Terra, acqua e aria sono le basi della nostra vita. La loro tutela è essenziale e su questo sono orientati i nostri obiettivi primari.

Non è possibile alcuna deroga, né incertezza. La salute dell’individuo e quella della collettività devono venire prima di qualsiasi convenienza economica o interesse finanziario. Il nostro territorio non è in vendita né può essere merce di scambio.

Ancor più che su altri temi, è necessario un coinvolgimento collettivo della società a tutti i livelli.

cultura e rigenerazione sociale

Studiare, conoscere, ascoltare, scoprire, sapere… Sono le basi di una società consapevole e organizzata, in cui le scelte sono fondate sui valori più autentici e importanti per le nostre vite. Per questo dobbiamo favorire sempre più la cultura come uno dei fattori essenziali per il cambiamento. Unire le forze in campo, lavorare insieme in diversi ambiti: scuola, biblioteca, museo, osservatorio, teatro, parrocchie, associazioni… Dobbiamo utilizzare meglio gli spazi pubblici esistenti, organizzarne altri, creare occasioni di scambio.

È necessario offrire una visione di futuro, con un approccio culturalmente aperto e laico. Immaginare come vogliamo che progredisca Rocca di Papa. Ragionare entro una prospettiva estesa negli anni, che superi i tempi delle tornate amministrative e della presenza di singole persone. Sono più importanti i progetti da realizzare e le spinte culturali per un largo miglioramento sociale.

Non sfide o scommesse, ma un lavoro giornaliero – tenace e continuo – che sviluppi quella sensibilità e consapevolezza che solo la cultura può dare.

Nuove forme di economia

Fino a qualche anno fa, l’economia dei nostri territori si basava sull’artigianato, con i suoi metodi oggi non riproponibili, certo, ma che avevano elaborato procedure basate su quello che ora si chiamerebbe “riuso e riciclo”.

Partendo da lì, dobbiamo puntare su ricerca e innovazione che tengano conto delle tradizioni del nostro territorio. Dobbiamo azzerare gli sprechi, esaltare il riuso, ottimizzare l’economia. Creare un sistema in cui sia prevista la manutenzione degli oggetti e non la loro immediata trasformazione in rifiuti al primo problema.

Le nuove forme di economia che promuoviamo prevedono mercati e scambi a “km zero” e reti di acquisto solidale, coscienti che occorre un’innovazione organizzativa territoriale per sensibilizzare le persone a scelte consapevoli.

Ancora una volta è soprattutto la cultura che fa la differenza

Contatti

vicolo del Duomo 2, Rocca di Papa (RM)

Cell. 347 0541270

Mandatario elettorale: Lorenzo Cimino